TRA SPIRITUALITÀ E BELLEZZA: È MADE IN TORINO IL PRIMO E-COMMERCE DI PRODOTTI DI DESIGN CHE PORTA LO YOGA TRA LE MURA DI CASA

Portare tra le mura di casa l’armonia e la bellezza, trovando un punto di incontro fra due mondi apparentemente lontani: la spiritualità e l’arredamento d’interni. È questo l’ambizioso progetto che sta alla base di ALMA Concept (alma-concept.it), l’innovativo e-commerce di prodotti dedicati all’universo della meditazione e dello yoga nato dall’idea di Laura Bertoncini e Maurizio Battilossi, due imprenditori piemontesi che condividono la passione per queste discipline. Il risultato è la creazione di una linea di complementi d’arredo unici e in grado di abbattere il confine tra elementi di design e oggetti funzionali alla pratica delle discipline interiori. La casa è, infatti, il posto più caro, il luogo perfetto in cui creare il proprio angolo dedicato alla meditazione, scegliendo elementi in grado di connettere il proprio intimo più profondo con l’esteriore più prossimo.

“La nostra filosofia è quella di rendere uno stile di vita tutto ciò che appartiene al mondo della meditazione e del benessere, fondendo praticità ed eleganza – spiega Laura Bertoncini, co-fondatrice di ALMA Concept – Pur cercando di perseguire la bellezza in ogni prodotto, particolare attenzione è posta anche sulla scelta delle materie prime. L’utilizzo di fibre naturali unito a materiali tecnici di alta qualità garantiscono stabilità e comfort. Ogni elemento è frutto di una lunga ricerca e si avvale della nostra pluridecennale esperienza nel mondo dello yoga. Inoltre, i nostri prodotti possono essere utilizzati anche da chi non pratica questa disciplina poiché ognuno è dotato di una doppia funzione e permette di aggiungere un tocco di raffinatezza alla propria casa”.

Per realizzare i suoi prodotti, ALMA Concept ha attinto dalla qualità e creatività del design italiano e dalla tradizione e raffinatezza del mondo orientale. Nascono così proposte esclusive ed inimitabili, create dalle sapienti mani dei migliori artigiani italiani e tibetani, capaci di far rivivere tradizioni e culture secolarile raffigurazioni geometriche tipiche dell’India rievocano energia e forza cosmica, i delicati simboli giapponesi dipinti a mano da pittori e artigiani specializzati nel tessuto sono portatori di significati antichissimi e le trame uniche e originali annodate a mano del Tibet danno vita a tessuti inconfondibili e piacevoli al tatto. Inoltre, lo studio creativo, di design e di manifattura di ogni singolo prodotto consente la coesistenza di una doppia funzione: sarà così che, ad esempio, il Tabel Doa, tipico supporto per incensi e candele, potrà essere utilizzato anche per posare teiere e riviste; lo Zabuton, cuscino quadrato pensato per offrire una comoda base di appoggio per le ginocchia durante le sessioni di meditazione, potrà essere usato anche per sedere comodamente mentre si guarda un film o si legge un libro. E ancora lo Yoga Mat Interior, ideale per il rilassamento e la pratica dello yoga, sarà perfetto anche per massaggi e momenti di relax; un raffinato pezzo di design che richiama il contatto con la natura attraverso l’utilizzo di materie prime come la fibra di cocco e il lattice naturale. Elemento di design per eccellenza è la panca da meditazione, una risposta moderna alla pratica delle discipline antiche, che riprende la forma tradizionale della “geta”, il tipico sandalo giapponese. L’armonia dell’estetica rende, infine, lo Zafu l’elemento ideale per dare nuova luce all’ambiente domestico, un vero e proprio complemento di design che fonde praticità e bellezza, concepito per garantire una perfetta verticalità durante la meditazione.

Un’attenzione speciale è rivolta anche alla scelta delle materie primetutte di origine naturale: dalla gomma al puro cotone, passando per il morbido velluto e la lana tibetana, ogni materiale è il risultato di una profonda e accurata ricerca. Ma è soprattutto nella scelta dell’imbottitura che si trova l’essenza di ogni complemento: lattice o fibra naturale di cocco per i tappetini, lattice e cotone naturale per gli zabuton, kapok vegetale e naturale o grano saraceno per gli zafu.

 Si ringrazia per foto e articolo: Espresso Communication

Precedente UN 2020 DI EVENTI PER VISIT BRUSSELS Successivo Lancio del blog “chiedialladottoressa.it”: promuovere un’informazione autorevole su salute e benessere